DUE  GIORNATE....PARTICOLARI

ovvero  eventi ludici nell'Arsenale austriaco di Verona

 

di  Andrea e Antonio TALLILLO

 

       Il 19 e 20 Marzo, nella bella cornice dell’Arsenale austriaco di Verona, sono state tenute due giornate di gioco libero, imperniate su giochi di ruolo, tornei di giochi liberi ed in scatola, alcune ricostruzioni storiche, eventi di soft air , giochi a computer e così via. Completavano il tutto anche due mostre, una fotografica nel sempre seducente bianco e nero ed una di pittura con lavori delicati alle Fate. L’Associazione Ludica Scaligera, con il patrocinio della 2^ Circoscrizione del Comune di Verona, ha potuto ancora una volta dimostrare di saper organizzare incontri di questo tipo, nel contesto del Gioco Intelligente del quale è propugnatrice da sempre.
       Potreste chiedervi : "Che c’entra tutto questo con il modellismo ?". Ebbene, con un’apertura mentale veramente insolita, già da qualche tempo la A.L.S. tiene a collaborare sia con modellisti che con appassionati di wargame. Così, oltre ai giochi che hanno coinvolto appassionati ma anche neofiti, grandi e piccoli, si è potuto vedere anche un piccolo settore modellistico, alcune ‘sessions’ di pittura di scenari dal vivo, due messeri medievali ed alcuni fanti napoleonici. Niente male per un evento che purtroppo non ha avuto tutta la preparazione pubblicitaria che serve in questi casi. Mettiamola così, se le Amministrazioni Comunali possono constatare che eventi di questo tipo, di sano clima ludico ed associazionistico, attirano pubblico, non è detto che non si possano ripetere , magari anche un po’ più in grande e con più supporto.
       In ogni caso, sono stati due giorni molto utili, sia per confrontarsi con altri settori del vasto mondo dell’hobby, sia per tornare un po’ indietro negli anni preparando piccoli scenari ed collaborando alla preparazione di un plastico, il tutto senza l’assillo delle premiazioni e del ritornello "ma il mio Olive Drab è quello giusto !" .
       E’ stato bello anche l’incontro con chi, con grande impegno,  porta avanti una ricostruzione storica e che arriva finanche a vestirsi e comportarsi come il fantaccino napoleonico !
       Insomma, puro divertimento ed un’esperienza veramente bella, è auspicabile che anche altri modellisti tentino l’approccio con altri settori hobbystici, nei quali i giovani ancora ci sono, anche per un reciproco aiuto da mettere a frutto per eventuali future Manifestazioni di solo modellismo.
      Oltre ai vari partecipanti, che è impossibile ricordare tutti, salutiamo le due colonne della A.LS. ovvero Andrea Fianco e Flavio Brentonego, che hanno avuto, bisogna dire, molta lungimiranza, come del resto la DOC MODELS che ha offerto numerose scatole di montaggio in occasione della premiazione dei vari tornei di wargame.

                                                                        

                            

1 – Il settore modellistico ha visto una sfilata di mezzi militari e figurini, ma anche alcuni dinosauri, al volo è stata organizzata una vetrinatura ed un minimo di supporto informativo. 
2 – Un generale in incognito sta schierando il suo esercito sassanide, c’è già la preoccupazione di far fronte ad un attacco ben mirato. 
3 – Anche nei giochi da tavolo, non sempre si può vincere, anzi…
 
                                                                                                                                                                                                                     
4 – Tra gli organizzatori dell’angolo medievale, in attesa dei primi giocatori della giostra. 
5 – Il piccolo ma veramente mitico drappello della 1^Compagnia Chasseurs, 1° Battaglione della 9^ Demi-Brigade, in un suggestivo scorcio dell’Arsenale austriaco di Verona. 
6 -  Si continua con l’addestramento di parte delle ‘reclute’ italiane di questo quotatissimo gruppo di rivisitazione storica, che annovera Soci in sei diversi paesi europei. 
7 – Qualche momento prima dell’impressionante scarica di fucileria, che pur essendo a salve, non ci ha risparmiati dal rumore e fumo. Il pubblico è ancora ignaro.  

 

 GALLERIA