2^  Mostra – Concorso   IN   CASTELVECCHIO

“La storia attraverso il modellismo”

Verona  19 - 21 ottobre 2007

 

 di  Andrea  e Antonio TALLILLO  -  foto di Onofrio LAPEDOTA

 

       L’esigenza di una mostra storico-modellistica di buon livello, da inserirsi nell’ambito dei molti e diversi eventi ospitati nel prestigioso complesso del Circolo Ufficiali dell’Esercito di Verona era già stata considerata alla fine della prima edizione di “IN CASTELVECCHIO”, nell’autunno del 2006. Cogliendo questa istanza il Colonnello LUISE, Comandate del Distretto Militare di Verona, ha ritenuto di mettere in cantiere la seconda edizione con la stessa, collaudata formula di promozione del modellismo fatto conoscere meglio nel suo aspetto culturale e nel filone di un maggiore interesse per la storia. Nel trecentesco palazzo-castello scaligero si è rinnovato nel centro di Verona l’appuntamento e la Manifestazione, che ha visto partecipare una sessantina di concorrenti di 17  Associazioni e Gruppi modellistici, ha compreso diversi aspetti tra i quali il rilievo delle sue evoluzioni di ricerca storica. Il Gruppo Modellistico Trentino ha potuto presentare le sue due ultime fatiche, oltre alla vasta gamma di pubblicazioni già realizzate, mentre Italian Kits ha potuto fornire i suoi prodotti ai modellisti concorrenti ed al pubblico intervenuto. Oltre all’angolo del wargame, organizzato dalla Associazione Modellismo Storico di Verona, si è potuta avere la presenza pure del pittore di battaglie Mario Emilio FERRARI che si diletta, tra l’altro, di rivisitazione storica in uniforme. Accanto a lui, sono stati presenti pure gli armigeri de La Corte Scaligera, stavolta impegnati in una commedia d’ambientazione medievale. Sono state inoltre esposte tavole di Piero Compagni, riguardanti alcune uniformi italiane usate in Africa Settentrionale, sempre d’effetto.  

       Il settore collezionistico è consistito nella presentazione di sette diverse uniformi italiane, due complete anche di pastrani, tra le più rare un camiciotto mimetico per gli alpini sciatori ed una rara uniforme del 1918, oltre ad una mezza dozzina di copricapo degli anni ’30 ed un po’ di materiale sovietico originale, ci sono stati di valido aiuto gli amici Grigoletti e Breviglieri.  Gli appassionati di storia sono andati a nozze, stavolta, avendo disponibile la postazione multimediale del Museo Walterrama  ospitato in un grande forte austriaco, che già possiede pezzi notevoli e che verrà ufficialmente aperto al pubblico nella primavera del 2008.   

       Venendo ai modelli  veri e propri, quelli a concorso sono stati 181, un buon miglioramento grazie ai buoni uffici del coordinamento toscano Pegaso e di quello nazionale CMSI, con navette si è potuto collegare la nostra ad altre Mostre in giro per l’Italia. Ci permettiamo d’esprimere la nostra personale gratitudine a tutti i concorrenti, il livello è stato alto, grazie alla partecipazione di veri e propri ‘mostri’. Si è verificato un buon aumento degli aerei, partendo dal nerbo costituito da quelli degli “assi” del Drive & Fly di Modena. Anche il numero dei figurini è cresciuto e la loro indubbia varietà e qualità fa ben sperare per le prossime edizioni, prima o poi vorremmo si potesse riparlare di figurini al Circolo. Da segnalare, inoltre, il buon numero di modelli in tema con uno dei filoni della Mostra, la campagna di Russia 1941-43, i modelli presentati da un concorrente molto valido proveniente da Bari che si è aggiunto ai meno lontani concorrenti provenienti da Torino e Trieste che hanno presentato ben tre modelli, tutti di notevole importanza. Essi hanno....volato sino a Venezia ed hanno proseguito per Verona, un piccolo ma significativo record ! 

       L’aiuto all’evento fornito dal Distretto Militare di Verona e dallo staff del Circolo è stato basilare per poter collocare il tutto nel contesto del salone del Circolo, che  ha fatto, ancora una volta, una grande impressione. Appuntamento quindi al 2009, sempre negli stessi prestigiosi spazi e già si annuncia l’ampliamento delle categorie grazie ai nuovi contatti ed ai nuovi amiciincontrati perseveriamo con il nostro entusiasmo,  coniugando modellismo e storia.                                                                                                           

           

               

               

                       

               

               

               

               

           

               

               

               

               

               

               

 

GALLERIA